ARTICOLI - MEDICINA



AVVERTENZA - I contenuti degli articoli di questa sezione non hanno valore prescrittivo, ma solo informativo e culturale. Tutti i nostri consigli e suggerimenti vanno sempre sottoposti all'approvazione del proprio medico.


dolori colloMedicina. Quei fastidiosi dolori al collo

Capita a tutti di avvertire dolori al collo o alla testa. Le cause scatenanti sono spesso molteplici: dieta, condizioni atmosferiche, ansia…

Ma a volte, la vera responsabile del problema, è un’eccessiva tensione dei muscoli del collo.




Cause
- bruschi ed improvvisi movimenti della testa
- stanchezza muscolare eccessiva
- postura errata
- stati d’ansia progressivi

Sintomi
- rigidità di collo e spalle
- mal di testa
- dolore nell’esecuzione di determinati movimenti
- limitazione dell’escursione articolare
- il dolore tende ad aggravarsi a fine giornata

Come intervenire
Occorre inizialmente individuare la zona dolente e successivamente, intervenire su essa.

Per i dolori alla base del cranio (fatevi aiutare da un compagno):
- sdraiatevi supini a terra, il partner deve unire le mani a coppa, in modo che le dita siano rivolte verso l’alto ed il dorso sia a contatto con il pavimento.
Sollevate leggermente la testa e chiedete al partner di infilarvi le mani posizionate come sopra e di poggiare i polpastrelli appena sopra il bordo osseo del cranio.
Mantenere la posizione per qualche minuto e subito noterete un rilassamento della muscolatura del collo e la testa tenderà ad inclinarsi all’indietro.

Per i dolori al lato del collo:- ritornate alla posizione che avevate prima di accusare il dolore, iniziate a muovere la testa, lentamente, per individuare i punti dolenti e quindi, mantenere la stazione per circa 90 secondi per poi ritornare alla posizione di partenza.
Allungate la muscolatura del collo (stretching), con molta attenzione e sempre molto lentamente.
- se passate molto tempo seduti, inarcate la schiena sullo schienale ogni ora per limitare gli indolenzimenti
- sdraiatevi supini su di un asciugamano arrotolato, posizionatelo in diversi punti, disporlo anche longitudinalmente per permettere a petto e schiena di distendersi
- ancora supini, col braccio destro disteso sopra la testa ed il sinistro lungo il fianco, sollevate il braccio destro e la gamba sinistra e ritorno. Mantenete gli addominali contratti per tutta l’esecuzione ed alternate l’esecuzione delle braccia.

Un ultimo consiglio. Prendete la vita con più filosofia e cercate di non prendere ogni cosa troppo sul serio, fate movimento e mangiate sano!


PER SAPERNE DI PIU' SU MEDICINA